Tsukioka Yoshitoshi


1839 - 1892


1603-1867 Ukiyo-e (periodo Edo)


Yoshitoshi è stato uno degli ultimi grandi maestri e uno dei grandi geni innovativi della scuola Ukiyo-e. All'età di undici anni, entrò come studente nella bottega di Kuniyoshi, e il maestro gli diede il nome d'arte Yoshitoshi. Il suo lavoro iniziale è pieno di estrema violenza grafica, che rispecchia l'illegalità e la violenza del Giappone di allora, che viveva contemporaneamente la caduta del sistema feudale e l'impatto con l'Occidente. Nel 1871, Yoshitoshi cadde in una grave depressione. Incapace di lavorare, per due anni non produsse quasi nulla. Le sue fortune cominciarono a cambiare nel 1873, quando, uscito dalla depressione, riprese a creare, cambiando il suo nome in Taiso, che significa grande resurrezione. Nel 1882 fu assunto da un giornale: questo gli dava un reddito costante e segnava la fine degli anni di povertà. I suoi ultimi anni furono tra i suoi più produttivi, non solo in termini di quantità, ma anche in termini di qualità artistica. Nel 1895 furono pubblicati i primi disegni della serie Cento aspetti della luna, che è divenuta la più celebre delle sue opere. Nel 1888 venne pubblicata l'opera i 32 aspetti di costumi e maniere, una serie di ritratti femminili. Iniziò nel 1889 la pubblicazione di una nuova serie con soggetti di fantasmi: 36 fantasmi in nuove forme. Tornarono intanto a comparire i sintomi della malattia mentale, che non interruppero tuttavia il suo lavoro. L'artista morì nel 1892 stroncato da una emorragia cerebrale all'età di 53 anni.


Hôjô Tokiyori sotto la neve al Tempio di Saimyô-Ji
 
Venduto