notizie / eventi

2018-10-24
IFPDA Print Fair 2018 - New York

Cari amici, clienti e colleghi

desidero informarvi che La Stanza del Borgo parteciperà alla Print Fair organizzata annualmente dalla International Fine Print Dealers Association.

La mostra si terrà a New York, per il secondo anno al padiglione River al Javits Center, dal 25 al 28 ottobre con un'apertura serale di preview il giorno 24 ottobre

 

Silvana Bareggi

2018-03-12
Nuovo sito

Gentili amici e clienti sono lieta di informarvi che la Stanza del Borgo avrà un nuovo sito che ora è in corso di preparazione ma che già propone  

Fine Old Master and Modern Prints, Drawings and Japanese Prints and Drawings.

Ci scusiamo per eventuali disguidi

grazie per l'attenzione

Un cordiale saluto

2017-12-04
Un articolo sulla IFPDA Print Fair 2017

E' stato pubblicato online su Arteconomy24 del Sole 24 ore un interessante articolo di Silvia Barrilà dedicato alla Print Fair di New York.

Lo potete leggere qui

2017-11-04
Presentazione nuovi cataloghi 2017

Cari Clienti e Amici,

mi farà piacere incontrarVi in galleria dal 21 novembre al 7 dicembre in occasione dell'esposizione delle nuove acquisizioni presentate alla Print Fair di New York , nei due cataloghi:

Fine Old Master and Modern Prints 

Japanese Prints.

Le opere saranno visibili su appuntamento, dalle 15.00 alle 18.30 nella nostra Galleria di Via Turati, 7 Milano. Potete concordare la visita per telefono (02 6598 203) o per posta elettronica (info@stanzadelborgo.it).

Aspetto di incontrarVi e Vi invio i miei più cordiali saluti

Silvana Bareggi

2016-10-18
IFPDA Print Fair 2016 - New York / comunicato del 9 settembre 2016

Cari amici, clienti e colleghi

desidero informarvi che La Stanza del Borgo parteciperà al Print Fair organizzato annualmente dalla International Fine Print Dealers Association.

La mostra si terrà a New York al Park Avenue Armory, dal 3 al 6 novembre 2016.

L’ IFPDA è una organizzazione senza fini di lucro composta da mercanti qualificati di tutto il mondo che ha come scopo la promozione dell’arte a stampa, antica e moderna, attraverso mostre, convegni e fiere. Le mostre organizzate dall’associazione presentano stampe antiche dal 16esimo al 18esimo secolo, stampe giapponesi e stampe moderne e contemporanee. Tra gli impegni statutari dell’IFPDA vi è quello di difendere il mercato dalle falsificazioni, che vengono individuate, denunciate e se possibile distrutte.

La Stanza del Borgo parteciperà alla mostra presentando due cataloghi preparati per l’occasione: uno dedicato alle stampe di maestri, l’altro alle stampe giapponesi.

Il catalogo dei maestri antichi e moderni presenta la selezione di una quarantina di opere che vanno dal primo Cinquecento fino agli inizi del Novecento. Le stampe del Rinascimento sono documentate da un significativo corpus d’incisori. Tra gli italiani Amico Aspertini (1475-1552) con un raro foglio allegorico, e Marco Dente (attivo 1515-1527). Tra gli artisti stranieri del Cinquecento Dürer, con il bulino La Lamentazione (1507), nella prima variante su tre, appartenente alla Piccola Passione. Di Pieter Bruegel il vecchio (1525/30-1569) possiamo ammirare la Parabola delle Vergini Sagge e delle Vergini Stolte e di Renè Boyvin (c. 1525 – c. 1580) l’affascinante bulino San Gerolamo, da Michelangelo. La mostra prosegue con il capolavoro di Goltzius Il Drago divora i Compagni di Cadmo. Il Barocco è rappresentato da esempi notevoli di Ribera (c. 1591-1652) e Rembrandt (1606-1669). Tra gli incisori veneziani del 18esimo secolo incontriamo Giovanni Battista Tiepolo (1696-1770) e Canaletto (1696-1768). La sezione dell’Ottocento include un intrigante foglio, Volaverunt, dai Capricci di Goya (1746-1828) ed esempi fuori dall’ordinario di Giovanni Fattori (1825-1908) Mariano Fortuny (1838-1874) e Signorini (1835-1901). Concludono il catalogo stampe eccellenti di maestri stranieri tra cui Renoir (1841-1919) e Pissarro (1830-1903)

Il catalogo delle stampe giapponesi propone una cinquantina di fogli, dall’Ukiyo-e classico della fine del Settecento alle nuove scuole silografiche della prima metà del Ventesimo secolo. Harunobu (ca. 1725 – 1770), il primo grande maestro della bellezza femminile, è rappresentato da alcune stampe, tra cui due raffinate shunga e un chuban raffigurante il viaggio di una giovane coppia, che allude al celebre viaggio del poeta Nariwara no Narihira (825–880). Segue Utamaro con due stampe; nella prima una giovane donna veglia sul sonno del figlioletto turbato dagli incubi, nella seconda, dai colori particolarmente freschi, è raffigurata una giovane donna nell’atto di ammirare un giovanetto vestito da arciere. Apre la sezione dei surimono un gruppo di stampe in piccolo formato di Hokusai, cui seguono, sempre in piccolo formato, opere di Shunman (1757-1820) e Shinsai (ca.1799-1823) e, nel più grande formato quadrato, di Hokusai e della sua scuola. Il catalogo continua con una raffinata stampa di bellezze femminili su fondo rosa disegnata da Toyokuni I (1769-1825), il maestro dalla cui scuola uscirono artisti tra i più rappresentativi dell’ukiyo-e dell’Ottocento: Kunisada, Kuniyoshi ed Hiroshige. Tra le opere di Kunisada (1786-1865) ricordiamo il trittico del 1852 raffigurante una festa primaverile su di una barca di piacere. Il catalogo offre un nutrito gruppo di stampe di Kuniyoshi (1797-1861). Menzioniamo il trittico che raffigura il naufragio dell’eroe Tametomo, causato da un gigantesco pesce, che è certamente tra le opere di Kuniyoshi più ricercate. La mostra continua con una ricca selezione di stampe di Hiroshige, tra cui numerosi paesaggi, come l’affascinante veduta di Kyoto (ca.1834) dove gruppi di gitanti godono il fresco sotto gli aceri. Oltre ai paesaggi di Hiroshige menzioniamo una sua natura morta con pesce e vegetali che appartiene alla serie detta dei Grandi Pesci. Tra i paesaggi dell’artista in formato verticale sono presenti stampe dalle Cento Vedute di Edo e dalle trentasei vedute del Monte Fuji. Numerose sono le opere di Yoshitoshi (1839-1892), l’ultimo dei grandi disegnatori di stampe della fine dell’Ottocento. Ricordiamo qui un bellissimo trittico con guerrieri cinesi, un dittico verticale che rappresenta la lotta tra due maghi e due dittici appartenenti alla serie Nuove Immagini di Broccato d’Oriente. Il catalogo si conclude con un paesaggio di Hasui (1883-1957), della scuola Shin-Hanga, raffinato ed evocativo ma anche estremamente raro perché eseguito prima del terremoto del 1923 che distrusse tutte le matrici di Hasui precedenti quella data.

 

2016-10-18
Presentazione Nuovi Cataloghi 2016

Cari Amici e Colleghi,    

vi aspettiamo dal 21 Novembre al 22 Dicembre, nella sede della nostra Galleria di via Turati 7,
per la visione delle opere dei nuovi cataloghi presentati all’IFPDA Print Fair 2016 di New York:


Fine Old Master and Modern Prints

Japanese Prints

Orario: 15:00 – 19:00

Un cordiale saluto

Silvana Bareggi