Silvana Baseggi Stanza del Borgo +39 02 6598203 info@stanzadelborgo.it


 
La vergine e il bambino con due fanciulli

Albrecht Altdorfer
La vergine e il bambino con due fanciulli
1507

Eccellente e brillante impressione, nel secondo stato di due, con i graffi paralleli a sinistra dell’aureola e con i ritocchi nei riccioli dei capelli della Vergine, caratteristica del secondo stato.
In ottime condizioni, con sottili margini o tagliata sull’impronta del rame.
Molto rara.
Prova desiderabile per qualità ed illustri provenienze.

Il Cristo Bambino è seduto sul grembo della Vergine, proteso verso un cestino offerto da due ragazzi. L’iconografia è abbastanza insolita; sembra che le due figure non siano angeli celesti ma fanciulli terreni che servono il Salvatore.

Provenienza:
Graf Yorck von Wartenburg 1805 – 1865 (Lugt 2669); 
Albert W. Blum 1882 -1952  (Lugt 79b)

  INFORMAZIONI
Tecnica: Bulino
Dimensioni: 72 x 51 mm

Firmato in basso a sinistra sulla pietra col monogramma: AA e datato 1507


  CATEGORIE
Maestri antichi, Incisioni, MAESTRI

Contattateci per maggiori informazioni

Altdorfer trascorse la maggior parte della sua vita a Regensburg, diventandone cittadino nel 1505; negli anni successivi divenne architetto ufficiale della città e membro del suo consiglio interno. Era lo spirito guida della scuola di pittura del Danubio. Con il paesaggio di Regensburg (1522-25) e altre opere, Altdorfer dipinse i primi paesaggi puri, cioè scene paesaggistiche che non contenevano figure umane, dai tempi dell’antichità. Il suo soggetto preferito erano le foreste della Germania e dell’Austria. E ‘stato anche tra i primi a dipingere la luce dei tramonti e dei crepuscoli. Molte delle sue pale d’altare sono scene notturne illuminate da luce artificiale, luce delle stelle o del crepuscolo con insolita brillantezza. Il capolavoro di Altdorfer, La battaglia di Alessandro a Issus (1529, Alte Pinakothek, Monaco di Baviera), è una scena di battaglia dagli incredibili dettagli e con un paesaggio estremamente drammatico ed espressivo.

L’elemento fantastico che ha pervaso i dipinti di Altdorfer è stato anche prominente nei suoi disegni, la maggior parte dei quali eseguiti in nero con lumeggiature bianche su carte scure. I suoi bulini e le sue xilografie, di piccole dimensioni, si caratterizzano per la loro ricchezza inventiva. Alla fine della sua carriera ha usato, come incisore, la nuova tecnica dell’acquaforte per produrre una serie di paesaggi.


altre opere del maestro