La simona
La simona
STANZA
DEL
BORGO
Stampe di maestri

Luigi Conconi

Milano 1852 - 1917

La Simona - 1884

Acquaforte monotipata, stampata ad inchiostro nero
M. Bianchi, G. Ginex, Luigi Conconi Incisore, Arese 1994, n 17
Mm 210 x 147; foglio 400 x 310

Firmata e datata in lastra in basso a sinistra ‘L. Conconi’, ‘Milano 1884’.

Prova brillante,  nello stato unico, stampata con tonalità in inchiostro nero su carta avorio, ricca di effetti monotipati ottenuti dall’artista inchiostrando personalmente la lastra e lavorando la pellicola d’inchiostro lasciata sulle parti non incise della matrice prima del passaggio al torchio.
Il soggetto della stampa è in relazione con la novella ‘Simona e Pasquino’ di Boccaccio, in cui si racconta dell’amore fra due giovani protagonisti: Simona e Pasquino.Il giovane muore dopo aver ingerito un’erba velenosa, la fanciulla viene accusata e, per dimostrare la sua innocenza, mangia la stessa erba dinanzi ai giudici e muore.
L’incisione illustra la parte finale della novella con la morte di Simona.

Notizie su: Luigi Conconi

Conconi è stato l’esponente maggiore dell’acquaforte detta monotipica o monotipata in Lombardia. Tale tecnica, che implica l’intervento diretto dell’artista nell’inchiostrazione della lastra con tecnica simile a quella dell’acquarello prima del passaggio al torchio, permette di ottenere raffinati effetti tonali ed ogni esemplare stampato presenta caratteristiche diverse dagli altri. Studiò architettura alla’Accademia di Brera e al politecnico, entrò in contatto con i circoli letterari ed artistici della Scapigliatura e fu influenzato dall’arte di Tranquillo Cremona e Daniele Ranzoni. Nel 1880 si accostò al simbolismo. Ha ricevuto premi internazionali a Parigi nel 1900 e a Monaco nel 1913. Conconi stampava personalmente le sue incisioni.
prezzo: 1.800