Timidezza
Timidezza
STANZA
DEL
BORGO
Stampe giapponesi

Tsukioka Yoshitoshi

1839 - 1892

Timidezza - 1888

Silografia policroma
Ōban, mm 357 x 239
Firmata: Yoshitoshi ga
Serie: ‘Trentadue aspetti dei costumi e dei modi delle donne’, tav. 29.
            ‘Fūzoku sanjūnisō’
Editore: Tsunajima Kamekichi

Ottima impressione, con i colori ben conservati, buono lo stato di conservazione, leggermente rifilata ai margini, ma completa nel soggetto.

Il soggetto, uno tra i più belli della serie,  raffigura una giovane donna che morde la manica del suo kimono.
Prima tiratura, con il cartiglio a tre colori e l'uso della lacca nel Kimono.


Bibliografia: C. Uhlenbeck , A. R. Newland, ‘Yoshitoshi. Masterpieces from the Ed Freis Collection’, Hotei Publishing, 2011, cfr. pag. 140 - 145.
 

Notizie su: Tsukioka Yoshitoshi

Yoshitoshi è stato uno degli ultimi grandi maestri e uno dei grandi geni innovativi della scuola Ukiyo-e. All'età di undici anni, entrò come studente nella bottega di Kuniyoshi, e il maestro gli diede il nome dell'arte Yoshitoshi. Il suo lavoro iniziale è pieno di estrema violenza grafica, che rispecchia l'illegalità e la violenza del Giappone di allora, che viveva contemporaneamente la caduta del sistema feudale e l'impatto con l'Occidente. Nel 1871, Yoshitoshi cadde in una grave depressione. Incapace di lavorare, per due anni non produsse quasi nulla. Le sue fortune cominciarono a cambiare nel 1873, quando, uscito dalla depressione, riprese a creare, cambiando il suo nome in Taiso, che significa grande resurrezione. Nel 1882 fu assunto da un giornale: questo gli dava un reddito costante e segnava la fine degli anni di povertà. I suoi ultimi anni furono tra i suoi più produttivi, non solo in termini di quantità, ma anche in termini di qualità artistica. Nel 1895 furono pubblicati i primi disegni della serie 'Cento aspetti della luna', che è divenuta la più celebre delle sue opere. Nel 1888 venne pubblicati i '32 aspetti di costumi e maniere', una serie di ritratti femminili. Iniziò nel 1889 la pubblicazione di una nuova serie con soggetti di fantasmi: '36 fantasmi in nuove forme'. Tornarono intanto a comparire i sintomi della malattia mentale, che non interruppero tuttavia il suo lavoro. L'artista morì nel 1892 stroncato da una emorragia cerebrale all'età di 53 anni.
note: Venduto